Sede legale Via Scipio Slataper, 3 00197 Roma | P.Iva/C.F. 12177141004
GIANLUCA RAMAZZOTTI FABIO FERRARI GIORGIO BORGHETTI MILENA MICONI JUN ICHIKAWA STEFANIA PAPIRIO in I BONOBO di LAURENT BAFFIE Versione italiana di VIRGINIA ACQUA Costumi di FRANCESCA BRUNORI Scena ALESSADNRO CHITI REGIA VIRGINIA ACQUA UNA PRODUZIONE GINEVRA MEDIA- PRODUCTION SRL Andrea,   cieco,   Daniele,   sordo   e   Leonardo,   muto,   sono   tre   amici   d’infanzia   handicappati   dalla   nascita, che   incarnano   in   tutto   e   per   tutto   la   saggezza   delle   tre   famose   scimiette.   Stanchi   per   la   loro   disabilità, di   fare   sesso   a   pagamento,   perchè   impossibilitati   a   sedurre   delle   vere   donne,   decidono   di   mettere   un annuncio   in   una   chat   per   incontrare   delle   ragazze,   elaborando   un   piano   per   nascondere   il   loro   handicap e   abordarle   tranquillamente   senza   che   queste   si   rendano   conto   della   loro      disabilità.   Grazie   a   questo piccolo   stratagemma   e   ad   un   sito   di   incontri   creato   dai   tre   uomini,   i   tre   si   alternano   nei   tre   differenti appartamenti per incontrare le tre donne, Tina, Angelica e Giulia che si sono iscritte alla chat. Per   non   far   scoprire   il   loro   handicap   i   tre   uomini   inventeranno   i   più   incredibili   stratagemmi   che permetteranno   a   Leonardo   il   muto   di   parlare,   ad Andrea   il   cieco   di   vedere   e   a   Daniele   sordo   di   sentire. Ma malgrado questo, niente andra’ come previsto. Uno dei piu importanti ed esilaranti successi francesi per la prima volta in una versione tutta italiana. NOTE DI REGIA Baffie   ribalta   il   senso   comune   di   percepire   il   pregiudizio.   Sicuri   che   siano   i   "normodotati"   a   nutrire   i pregiudizi   più   forti?   E   se   invece   fosse   chi   ha   un   handicap   a   proiettare   sugli   altri   una   presunzione   di pregiudizio   che   di   fatto   è   un   pregiudizio   esso   stesso.   Ed   è   esattamente   quello   che   fanno   i   tre   Bonobo.   Il loro   presupposto   è   di   non   poter   essere   amati   per   quello   che   sono.   Ma   questa   sfiducia   nel   prossimo   è nient'altro   che   un   pregiudizio   ingiusto.   I   pregiudizi   lo   sono   sempre.   Insomma   la   commedia   di   Baffie   è   un vorticoso   gioco   di   ribaltamenti   di   punti   di   vista   che   nel   nostro   spettacolo   si   potranno   vedere   anche   in senso "letterale" con una scena che... Ma non sveliamo troppo. Sinossi : BONOBO-   Enciclopedia Treccani:      Scimpanzé   di   piccole   dimensioni   (Pan   panicus),   detto   anche   scimpanzé nano   o   pigmeo...   La   specie   si   caratterizza   rispetto   alle   altre   per   la   lunghezza   degli   arti   inferiori,   le usanze matriarcali e un’accentuata attività sessuale… Questa   la   definizione   istituzionale.   A   voler   approfondire   un   po’   di   più   si   apprende   che   questa   specie   di scimmie   in   effetti   non   utilizza   la   sessualità   solo   a   scopo   riproduttivo,   ma   anche   come   rafforzamento   dei legami   sociali   e   ne   apprezza   l’aspetto   ludico…   insomma   ci   somigliano   un   bel   po’!      Ma   torniamo   alla cultura.   Le   tre   scimmie   sacre   del   santuario   shintoista   di   Toshogu   in   Giappone,   con   la   loro   famosissima posa   di   coprirsi   gli   occhi,   le   orecchie   e   la   bocca,   rappresentano   il   monito   a   non   vedere   il   male,   non sentire   il   male,   non   parlare   del   male.   Significati   complessi   e   profondi,   su   cui   riflettere…   Molto   bene.   E’ importante   perché   il   teatro   non   è   solo   divertimento,   è   soprattutto   cultura   e   noi   lo   vogliamo   dimostrare! Bene.   Ora   grazie   a   queste   interessanti   premesse   sarà   per   tutti   semplice   e   logico   dedurre   che   la commedia   parli   di   tre   uomini,   tre   amici,      un   cieco,   un   sordo   e   un   muto   che   pensano   sempre   a   quella cosa   lì   ma   sono   convinti   (a   torto? A   ragione?)   che   a   causa   dei   loro   handicap   possono   farlo   solo   pagando. Questo   è   Laurent   Baffie,   uno   degli   autori   più   geniali   e   sicuramente   il   più   dissacrante   e   spregiudicato della   drammaturgia   francese.   Un   autore   che   diverte   sfidando   i   tabù.   E   diverte   moltissimo!   Le   situazioni in   cui   i   tre   amici   cercano   di   conquistare   tre   ragazze   così   dette   “normali”   nascondendo   loro   le   loro rispettive   disabilità   con   degli   stratagemmi   sono   irresistibili;L:   iul   cieco   vedrà,   il   sordo   sentirà   e   il   muto parlerà!   La   comicità   è   travolgente   e   assolutamente   liberatoria   perché   ci   spoglia   dei   nostri   pregiudizi perché   Baffie   perché   ribalta   il   senso   comune   del   pregiudizio.   Pregiudizio   è   sicuramente   quello   di percepire   i   disabili   come   delle   figure   asessuate   e   angelicate.   I   nostri   protagonisti   sono   invece   tre simpaticissimi   ragazzacci,   goliardici,   dispettosi,   e   assolutamente   “normali”   in   tutti,   ma   proprio   tutti   i loro   istinti!   Ma   siamo   poi   sicuri   che   siano   sempre   e   solo   i   “normodotati”   a   nutrire   pregiudizi?   I   tre Bonobo   credono   che   le   donne   non   potranno   amarli   per   come   sono:   è   un   pregiudizio   ed      è   ingiusto,   come lo   sono   tutti   i   pregiudizi.   Insomma   la   commedia   di   Baffie   è   un   vorticoso   gioco   di   ribaltamenti   di   punti   di vista fino alla fine…  
Via Umbertide, 3 - Roma - Tel. 06.785.06.26               custodito del teatro
Acquista on-line