Sede legale Via Scipio Slataper, 3 00197 Roma | P.Iva/C.F. 12177141004
Gabriella Silvestri - Enzo Casertano - Fabio Avaro in La protesta (mia nonna odia Silvana) di Roberta Skerl con  Pietro Morachioli scene LolloZolloArt costumi Marco Maria Della Vecchia musiche Eugenio Tassitano regia Maria Cristina Gionta La   protesta   racconta   la   storia   di   una   famiglia   alle   prese   con   i   comportamenti   “stravaganti” dell'anziana madre. Elsa,   una   mattina,   si   chiude   dentro   l'armadio   e   decide   che   da   quel   momento      sarà   la   sua nuova casa. Perchè Elsa  compie questa azione … contro chi o cosa protesta?!!!! La   figlia   Paola,   il   genero   e   il   nipote   Andrea,   che   vivono   con   l'anziana   donna,   allibiti   e sorpresi   da   questo   comportamento,   fanno   di   tutto   per   tirarla   fuori,   ma   invano.   Rendendosi conto   che   non   è   uno   scherzo      o   un   semplice      capriccio,   Paola      chiama      a   raccolta   anche   i   suoi fratelli   Vittorio   e   Carlo   per   cercare   di   risolvere   questa   situazione   anomala.   Ritrovandosi   tutti intorno   ad   un   armadio   nel   tentativo   di   far   uscire   Elsa,   riemergono   antichi   e   vecchi   rancori, recriminazioni,    gelosie....    che    danno    vita    ad    una    miriade    di    situazioni    esilaranti    e paradossali. Sopraggiunge    nell'appartamento        anche    Don    Eusebio    il    prete    della    parrocchia    che    Elsa frequenta,   di   cui   ha   una   profonda   ammirazione.   Viene   messo   prontamente   al   corrente dell'avventura   che   la   famiglia   sta   vivendo,   nel   cercare   di   mettere   a   suo   agio   l'anziana   madre e di tranquillizzarla,  entra anche lui  nell'armadio! Sarà l'azione risolutiva ?!!!! Una   deliziosa   commedia   sulla   famiglia,   sui   rapporti   tra   parenti   e   su   come   questi   particolari   e complessi    legami    restino    importanti    e    fondamentali    anche    quando    la    vita    li    rende complicati.
Via Umbertide, 3 - Roma - Tel. 06.785.06.26               custodito del teatro